Storia - Maurizio Petrelli - Sito ufficiale

Vai ai contenuti

Menu principale:

Sono nato a Carmiano e ad appena 8 anni ho iniziato a suonare la batteria, come tutti i ragazzini della mia eta', sui fustini del detersivo con i cucchiai di legno usati per mescolare la pasta...
Beh, allora avere le bacchette per suonare la batteria era un sogno.
Passai poi a suonare su tre sedie di legno, che avevano tre suoni differenti mentre ascoltavo "Bandiera gialla".
Ecco, quella trasmissione mi ha insegnato a tenere il tempo!
Ricordo che a 9 anni, mia madre mi compero' la prima batteria; bellissima, grigia.
Ho imparato a suonare da solo; ma il mio debutto sul palco avvenne nel 1965 nel Cinema Teatro Margherita di Carmiano grazie ad un festival organizzato dai Padri Salesiani cantai in quell'occasione un brano di Rita Pavone "W la pappa col pomodoro" e vinsi.
A 10 anni iniziai a studiare il pianoforte con un  maestro che non capi'  il mio potenziale talento musicale e non era bravo ad insegnare,abbandonai ben presto lo studio del pianoforte anche perché avevo la batteria nel sangue,il ritmo mi piaceva un sacco…
Ci trasferimmo con la mia famiglia a Monteroni di Lecce nel 1967 e ben presto iniziai a frequentare dei ragazzi piu'grandi di me che suonavano "canzonette beat!" , con chitarra,basso e mancava il batterista… Ci vedevamo in una bella villa poco fuori paese,Villa Grassi e Francesco suonava sia il basso che l’organo.
In questa cantina è nato il mio primo "complessino". Il nostro palcoscenico fu in quegli anni l'Oratorio S.Giovanni Bosco di Monteroni che ci ha ospitato in moltissime occasioni.
Gli amici con cui suonavo erano tutti piu' grandi di me, ma io ero certamente il piu' "scatenato", dietro lo strumento mi si notava appena, ma suonavo cosi forte da non passare  inosservato!

Ho suonato la batteria in vari gruppi ed in tante serate, soprattutto estive, sulle famose "rotonde sul mare" degli anni '60/'70. E appunto ricordo: "La Cambusa" di Porto Cesareo negli anno ‘70, l'Euro Club di Torre S. Andrea, ed il famoso Club Azzurro sempre di Porto Cesareo.
Nel 1972 mi viene presentato da amici di Squinzano, un pianista molto bravo: Claudio Preite, che e' stato il primo musicista  ad introdurmi alla "professione" di orchestrale.
Il primo contratto professionale lo ebbi con l'impresario Bentivoglio di Firenze e lo firmai io, nel maggio del 1974. Andammo a  suonare all'Hotel Dolomiti di S. Martino di Castrozza e  la formazione si chiamava "Southern trio".  Io alla batteria, Egidio Grendene al basso e voce e Claudio Preite al pianoforte.Avemmo un  grande successo, ma poi i miei impegni universitari a Bologna, mi fecero rientrare nella mia vita normale di studente.

L'INCONTRO CON GUIDO PISTOCCHI
Mesi dopo seppi, dai fratelli Polo di Squinzano, che un loro amico suonava il basso con una delle migliori orchestre italiane e che spesso capitava dalle parti di Bologna.
Lo conobbi alla prima occasione,si chiamva Nino Sarinelli ed era il 1975. L’ orchestra con cui suonava era quella di Guido Pistocchi e poco dopo averlo conosciuto, Nino mi invito' a Ginevra perchè l'orchestra si era spostata in un prestigioso night club: " Maxime" di Bob Azzam.
Nino mi porto' alle prove e la sera tirato e lucido entrai per la prima volta in un night club. La sorpresa per me fu bellissima. Luci, belle donne, show, champagne. Roba mai vista prima. E poi l'orchestra!!! Che orchestra!
Per me fu uno "SHOCK" ascoltarla . Suonavano talmente bene che ne rimasi incantato.  Guido Pistocchi poi aveva sul palco un carisma eccezionale e con la sua magica tromba suonava melodie mai ascoltate.

Capii subito che la strada da seguire l’avevo trovata al "Maxime"quella sera e soprattutto,avevo capito come farla.
Seguii in seguito l’ Orchestra dove potevo e quando i miei impegni di studio me lo consentivano.
Andai a sentirli in Svizzera piu' volte, poi in Italia e anche quando vennero a suonare  a Bologna.
E' rimasta comunque a distanza di tanti anni una delle  più belle formazioni mai ascoltate; per me un punto di riferimento per il mio futuro musicale.
Dopo la mia Laurea in Farmacia nel 1977 ho fatto il servizio militare dall’ottobre 1978 al gennaio 1980   e sospesi  l’attività musicale  per qualche anno.


DALLA BATTERIA AL PIANOFORTE, "LA SPAGHETTI GANG"
Nel 1980, finito il militare, rifeci un "quartetto" tanto per mantenermi in esercizio; era l'epoca di Lucio Dalla di "Come è profondo il mare" ed io, lasciata la batteria, acquistai un piano "Rhodes Fender" e decisi a fare esclusivamente il cantante-pianista.

Iniziò un nuovo periodo della mia vita musicale che ha portato grandi soddisfazioni e successo.
Mi riferisco in particolare al periodo 1983-1985. Nel 1983 con i fratelli Nando e Giorgio Mancarella,prendemmo parte ad  una tournee' con la cantante Viola Valentino, piu' bella che brava. Fu una esperienza bellissima che mi fece conoscere le piu' belle localita' siciliane ed un pubblico entusiasta delle nostre esecuzioni dal vivo. Passata l'estate 1983 formai la "Spaghetti Gang" una  bella formazione swing, con i primi due fiati a seguito e in contemporanea iniziai con l'amico sassofonista Luigi (Gigi) Galante una lunga e proficua collaborazione che ci portò dapprima a suonare nei migliori piano-bar d'Italia e anche nelle lontane isole  Maldive!
Era l'anno 1984. Suonammo quattro mesi e fu un periodo stupendo, perchè si cambiava ogni giorno isola ed i turisti di ogni parte del mondo apprezzavano molto la nostra musica, per la nostra bravura e versatilità di stili.

Tornati in Italia a fine maggio, pochi giorni dopo ci imbarcammo insieme all'altro pianista Maurizio Mariano sulla M/N Ocean Princess per una tournee' lungo il mediterraneo che duro' l'estate intera.
Ma l'idea di formare una grande orchestra  covava dentro, e dopo aver trascorso ancora due anni con piccole formazioni decisi nel 1986, grazie allo spunto avuto da Sergio Caputo e Renzo Arbore con produzioni musicali di alto livello, a ricostituire  la "Spaghetti Gang" facendone una band di tutto rispetto con tre fiati piu' un quartetto di ritmica e soprattutto con arrangiamenti scritti da me.
Dal 1986 al 1989 facemmo la fortuna di un meraviglioso locale in riva al mare a S.ta Cesarea Terme il "Bagno marino Archi".
Furono quattro anni di "tutto esaurito" ogni sera dal 20 luglio al 26 agosto.
Migliaia di persone ci hanno conosciuto ed apprezzato e in molti lo ricordano ancora a distanza di anni . Una grande soddisfazione.
Con l'occasione incidemmo un disco con le nostre covers, che andò letteralmente a ruba.

DALLA CRISI AI "SOUL BROTHERS"
Dal 1990 inizio' la crisi per le grandi formazioni in quanto l'avvento delle tastiere elettroniche, delle basi registrate e dei pianisti improvvisati ed impreparati tolsero molti spazi alla musica dal vivo.
Gli anni '91 e '92 furono di transizione per via anche del diffondersi della musica latino-americana. Salsa, merengue, lambada, cambiarono il gusto del pubblico.
Si imponeva un'ulteriore aggiustamento di rotta!!!
Essendo nato con la buona musica non potevo certo ritornare alle canzonette commerciali.
Conobbi nel 1993 un'altra persona per me importante. Un produttore musicale e titolare di un locale cult dell'epoca: il "Tam Tam" di Tricase, profondo conoscitore del jazz, mente lucida e creativa che mi dette un'idea rivelatasi poi vincente. Mi disse: "Maurizio, perche' non fai una band di "Rhythm & Blues?" Rimasi spiazzato ed entusiasmato allo stesso modo.
Mi affascinava l'idea di fare una band con i fiati, ma con un suo stile ben preciso.
FATTO!

Nel marzo 1993 nacquero i "SOUL BROTHERS" grazie a Carmine Zocco.
L'inizio fu molto difficile. Imparare a suonare e cantare in uno stile cosi lontano da quello cantato prima
fu complicato.La soluzione comunque la trovai con ascoltando in modo continuativo e "no stop" tutto il "soul" e l’"R & B" che potevo.
Eppoi le prime prove, i primi approcci via via piu' impegnativi.
Gli arrangiamenti dei pezzi li curo' Nini Cocciolo un musicista molto bravo. Scrisse circa 30 brani tra i piu' noti dei padri del "R. & B."
Eppoi finalmente le prime serate via via in locali sempre piu' importanti.
L'organico si stabilizzo' con 4 fiati e quattro di ritmica nel 1999.
Ho avuto anche tante brave cantanti come Simona Stamer, Fulvia Perrone, Giusi Coli',Assia Fusaro che il "Soul" ce l'avevano dentro...
Nel corso degli ultimi dieci anni il programma musicale si e' arricchito e completato. Abbiamo aggiunto un repertorio di "Disco-Music" anni '80, migliorato un programma di musica internazionale, che ci ha consentito inoltre di suonare in diverse altre situazioni, come conventions, galas, navi da crociera, TV un po' in tutta Italia.
Nel 1999 il primo album "
SUPERCOVERS" in 1000 copie tutte vendute!!!
Nel 2002 l’ingresso di forze fresche al pianoforte Nando Mancarella e alla chitarra Arturo Alemanno dettero una marcia in piu!

LA COLLABORAZIONE CON GUIDO PISTOCCHI
Ma la vera incredibile novità fu rappresentata dall'incontro, questa volta "ravvicinato!" col Maestro Guido Pistocchi.
Nell'estate 2001 facemmo una serata insieme a S. Cesarea Terme.
Pistocchi suonava con Romano Mussolini; ci fu un "pour-parler" ed un appuntamento per l'anno successivo.
L'incontro decisivo avvenne a Cesena e io convinsi a fare una prova con la mia orchestra. Venne nel Luglio del 2002 nell'appena inaugurato "STUDIO 4", ed in tre giorni di prova, mise su un programma di 14 pezzi "evergreen" uno piu' bello dell'altro!
Il mio SOGNO da ragazzo, di suonare un giorno con Guido Pistocchi, si realizzava esattamente dopo 27 anni!
Il successo di questa "nuova" formazione culmino' il 31 dicembre 2002.
Grazie a Guido fummo ingaggiati a suonare allo Sporting Club di Montecarlo e precisamente nella "Salle des etoiles" nella notte del 31 dicembre 2002. Fu come toccare il cielo con un dito. L'esibizione in questa sala ha rappresentato il punto artistico piu' alto mai raggiunto nella mia carriera fin'ora.
Inutile dire che il successo fu enorme. Il pubblico presente non voleva lasciarci andare via. Con grandissima soddisfazione da parte di tutti, nonostante tanti sacrifici fatti.

E siamo andati ancora avanti e bene, con e senza Guido, ormai diventato per noi un "guru" musicale... un punto di riferimento imprescindibile!
Nel 2003 abbiamo fatto numerosi galas un po' in giro per l'Italia.
Ormai il "Soul" che noi facciamo e' apprezzato da tutti.
Ho contato in 40 anni di carriera circa 1000 serate, fra esibizioni, concerti, serate da ballo, in varie parti del mondo.
Conservo l'entusiasmo della prima volta nell'accettare ancora impegni che mi portano a cantare ad esibirmi con la band, nonostante la mia professione attuale di farmacista. Questo entusiasmo l'ho trasferito formando e coordinando l'Orchestra della Terra d'Otranto con 34 elementi che ha preso parte alla trasmissione televisiva degli Oscar TV 2004 tenutasi al famoso Teatro Ariston di Sanremo.

Fortunate coincidenze mi portarono nel 2007 a conoscere un editore americano che possedeva circa 14.000 titoli di arrangiamenti originali per big band...
Acquistati i primi 120 titoli, si passai  alla formazione dell'organico. Si scelsero giovani ed apprezzati musicisti provenienti dal conservatorio e professionisti delle province di Lecce, Brindisi e Taranto. In tutto diciassette musicisti che, dopo tre mesi di prove intense sotto la direzione del M° Marco della Gatta, hanno dato un corpo ed un'anima alla "GRANDE SALENTO ORCHESTRA" Big Band. Il debutto avvenne  il 27 marzo 2008 nel Teatro Paisiello di Lecce, per l’occasione stracolmo di gente.

Dopo due anni di direzione, il M° Della Gatta lasciò la direzione al M°Fernando Toma.
Nel Novembre 2009, si avverte l'esigenza di fare qualcosa di nuovo e di più caratterizzante.

Nasce così, grazie anche all'idea di Carmine Zocco, il progetto :"
Pugliamerica a/r". E’ un originale percorso musicale in chiave swing che parte dai brani classici di Frank Sinatra  e approda alle composizioni più suggestive di Domenico Modugno. Gli arrangiamenti originali sono di Fernando Toma che non sfigura nel confronto con gli arrangiatori americani.
"Pugliamerica a/r" è stato registrato nell'inverno 2010 ed il CD viene presentato il successivo 2 luglio a Lecce: per questo, il 5 giugno 2010 ricevo il premio "
Terra del Sole Award " per la mia attività musicale nel mondo.
Attualmente la direzione della Big Band è affidata al M°Daniel Verdesca e c’è in cantiere la preparazione di un nuovo disco in uscita nel 2014 di miei brani inediti i cui arrangiamenti sono affidati al M°Franco Piana.


Musicisti che hanno collaborato con me dal 1975 ad oggi.
Batteria: Raniero Abbaticola, Roberto Duma, Maurizio Nigro, Antonio Albanese, Alessandro Semprevivo, Antonio Marra, Alessandro Monteduro.
Chitarra: Celestino Poso, Arturo Alemanno, Giuseppe Pica, Franco Chirivì.
Basso: Alberto D'anna, Pasquale Chirivi', Giorgio Mancarella, Egidio Grendene, Michele Colaci.
Pianoforte: Claudio Preite, Nini' Cocciolo, Admir Skutaj, Nando Mancarella, Nicola Andrioli, Maurizio Mariano.
Sax: Francesco Russo, Stefano Schiavone, Vincenzo Presta, Davide Arena, Gigi Galante.
Tromboni: Muzio e Gianluca Petrella, Michele Mele, Salvatore Sgura, Francesco Leone, Mimmo Romei.
Trombe: Crocifisso Serinelli, Franco Sgura, Leonardo Palese, Guido Pistocchi.


 
Torna ai contenuti | Torna al menu